CASA BIOEDILE S.C.R.L.
Via Roma, 38
42100 Reggio Emilia (RE)
Tel./FAX 0522 391752
info@casabioedile.it
P.Iva IT 02547080354
Home page > sistema costruttivo > isolanti utilizzati
Isolanti Utilizzati
FIBRA DI LEGNO
Il pannello in fibra di legno è permeabile al vapore acqueo e consente un tipo di costruzione a diffusione aperta (μ =5). L’effetto termoisolante è buono (circa 0,04 W/mK) e per di più, rispetto ad altri materiali isolanti, ha una maggiore capacità di accumulo del calore e proprietà fonoisolanti apprezzabili. La capacità di accumulo del calore dei pannelli è importante soprattutto a livello di sottotetto dato che consente di ottenere un buon sfasamento nonché smorzamento dei picchi termici. Nelle sezioni ad alto rischio di umidità vanno previsti pannelli idrofobizzati preferibilmente con aggiunta di resina naturale. Classe di infiammabilità 2, infiammabile normalmente.

SUGHERO
Combina buone proprietà termoisolanti (circa 0,04 W/ mK) con un’elevata capacità di accumulo del calore. Il sughero è in grado di accumulare una quantità di calore maggiore rispetto alle fibre minerali. I pannelli isolanti in sughero sono relativamente insensibili all’umidità e in caso di influsso dell’umidità perdono poco del loro effetto isolante. Il coefficiente di resistenza alla diffusione del vapore acqueo μ per i pannelli in sughero agglutinati è (μ=8) e per i sughero granulato è (μ=5). Il sughero presenta una stabilità di forma e una permanente elasticità. Rimane insensibile agli insetti ed ai funghi. La posa del sughero non comporta alcun problema. Il sughero presenta un grado di infiammabilità normale (classe 2), con vetro solubile diviene difficilmente infiammabile (classe 1).

CANAPA
La canapa è una pianta coltivata molto robusta e per niente delicata, ideale alle nostre latitudini anche per la coltivazione biologica. La fibra di canapa è estremamente resistente allo strappo ed all’umidità. Quest’ultima può essere assorbita fino ad un terzo del proprio peso netto ed asciugarsi senza alcuna dispersione termica. Presenta inoltre una capacità di accumulo del calore migliore rispetto a quella di altri materiali isolanti a base di fibre minerali come lana di vetro e di roccia. Secondo le indicazioni dei produttori, il prodotto essendo privo di proteine e contenendo delle sostanze amare, presenta una certa resistenza contro la putrefazione, i parassiti, i roditori e la muffa. Le proprietà termoisolanti sono buone (coefficiante 0,040 W/mK), la resistenza alla diffusione del vapore acqueo (μ è 1). Con un trattamento impregnante a base di soda, fosfato di ammonio o di sali di boro si raggiunge una classe di infiammabilita 2.

IL VETRO CELLULARE
ll vetro cellulare è stagno al vapore e all’acqua μ=infinito, vale a dire che non assorbe alcuna umidità. E’ un materiale resistente al gelo ed alle condizioni atmosferiche nonchè alle forti compressioni. I pannelli sono comunque relativamente leggeri e non infiammabili, non putrescibili e resistenti ai solventi organici e agli acidi. Le proprieta termoisolanti possono essere paragonate a quelli di altri materiali isolanti con un valore che varia tra 0,04 e 0,05 W/mK.

LANA DI ROCCIA
La lana di roccia presenta proprieta tarmoisolanti buone (0,035-0,04 W/mK), una buona resistenza all’invecchiamento e una stabilita dì forma esauriente se il materiale isolante è protetto contro l’umidità. La conduttività termica aumenta fortemente con una leggera umidificazione. I materiali isolanti a base di fibre minerali devono pertanto essere protetti molto bene contro l’umidita. E’ permeabilie al vapore (μ = 1-2), resistente ai parassiti e non putrescibile. Classe di infiammabilità 1, non infiammabile. In caso di incendio, a partire dalla temperatura di circa 250°C, il legante si volatilizza provocando un inseccamento del materiale isolante.
Alcuni dei nostri progetti...
Casa Modena
Casa Cedro
Casa Mogano
Casa Comoda
Casa Castagno